Le Olimpiadi dell’Odio…o forse no?

Fin da piccolo speravo di diventare bravo nello sport, ma ero peggio di una capra e quando, dopo sforzi, sono riuscito a migliorare ero “vecchio”, ma continuavo a sognare le Olimpiadi e vedevo negli atleti che rappresentavano i loro paesi, quasi gli eroi dell’antica Grecia, magari dediti, come Ercole, alle loro 12 fatiche. Poi ebbi un incidente ed i miei sogni, già difficili da realizzare, divennero praticamente impossibili. Ciononostante continuo a far sport e ad ammirare chi ci dedica tutto se stesso e seguendo, anche con gli amici, le gare e le partite passo a passo.

Negli ultimi anni non ho la tv, quindi uso la rete, i giornali ed i social per tenermi aggiornato. Se ieri ero indispettito per le “cicciottelle”, oggi sono imbelvito per i commenti superficiali, gli insulti e le denigrazioni che alcuni “tifosi” si permettono contro gli atleti che rappresentano il nostro paese. Sembra quasi che siano loro a gareggiare alle Olimpiadi, ma nella gara a chi insulta di più.

La goccia che ha fatto traboccare il MIO vaso, sono stati i commenti sulla pagina di facebook del CONI, sotto l’articolo che dichiarava la decisione della Pellegrini di saltare i 100sl e disputare solo la staffetta ( QUI ).

Veramente non so che passi in testa alla gente quando dà aria alla bocca: provare ad immedesimarsi, chiedersi “perché” invece di saltare alle conclusioni, ma poi…perché denigrare ed insultare? Se siete tifosi, non dovreste incoraggiare sempre e comunque? nella vittoria e nella sconfitta? quando la squadra è demoralizzata e non?

E, soprattutto, denigrando anche un singolo atleta non vi rendete conto di come abbattete l’intera squadra?

Ma anche qui c’è chi rincuora con la sua reazione anche i tifosi, è il caso di Pierluigi Piucci, con il suo post su facebook di cui riporto un estratto (continua QUI )

pellegrini

L’ “odio”, nelle sue varie forme, non sembra volersi fermare qui in queste Olimpiadi.

Parlo di un judoka, rappresentante della nazionale egiziana che si è rifiutato di stringere la mano all’avversario israeliano che lo ha appena battuto.

egypt israel judo

Qui a far la differenza, stavolta, è stato il pubblico tra cui c’erano persone da tutto il mondo e di ogni confessione. Fischi assordanti e boo, a coprire di vergogna chi ha sporcato quello che doveva essere solo sport ( QUI l’articolo )

In un momento in cui dovremmo mostrarci uniti e far vedere che le differenze etniche, storiche o di altro genere non contano è brutto dover vedere reazioni simili, mostrandoci divisi davanti a quei terroristi che fanno della politica dell’odio la loro religione ed il loro alimento. 

Informazioni su DesertoArido

Collaboratore al sito https://fuocotempesta.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in dal mondo, questo stupido ridicolo mondo, Riflessioni sparse e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...