La vergogna giornalistica

In periodo di Olimpiadi, che io mi sto perdendo a causa dell’assenza della tv (cionostante sto anche pagando il canone, perché non sapevo della dichiarazione da fare entro fine maggio), il giornalismo di bassa lega torna a far parlare di sè.

Se già eravamo sfiduciati da quando i più famosi giornalisti RAI si sono licenziati, il sentimento è peggiorato quando il monopolio delle principali reti è sembrato finire nelle mani di una persona sola e, di conseguenza, qualcuno si è trovato a ripiegare su altri mezzi di informazione. Il fenomeno non si è fermato: ad alimentare la diffedenza hanno contribuito anche i giornali, spesso ingrossando le notizie, alle volte non approfondendo od indagando, hanno più volte mostrato un brutto lato del mestiere. Oltre a questo son comparsi a volte articoli sgrammaticati, ma oggi, quando un giornalista ed un direttore approvano una cosa del genere, è segno che questo mestiere sta raschiando il fondo e mi trovo a ringraziare che, persone che ho stimato, non possano vedere quanto sta accadendo al loro lavoro di una vita.

titolo il resto del carlino carlino tiro con l'arco

Forse non tutti lo sapete, ma tra i nostri atleti ed atlete che stanno dando tutto se stessi alle Olimpiadi, non esula certo il trio delle italiane del tiro con l’arco (composto da laudia Mandia, Lucilla Boari e Guendalina Sartori) che è stato sconfitto dalle russe in semifinale, con il risultato finale di 5-3., ottenendo comunque il 4° posto che resta, come sottolinea il Presidente FITARCO Mario Scarzella, “il miglior risultato del tiro con l’arco italiano nella storia dei Giochi Olimpici”.

Il sapore di un tale risultato è amaro per qualsiasi atleta abbia dato il suo massimo impegno, lottare e sfiorare il podio. Per le nostre atlete non è bastato: ad infierire su degli animi già feriti è stato il titolo di un articolo, “Il trio delle cicciottelle sfiora il miracolo olimpico”, che a parer mio è stato proprio da cafoni.

A niente son valse le, sempre a parer mio scarse, scuse comparse su facebook che hanno ottenuto esattamente l’effetto opposto, in quanto son sembrate proprio non sentite.

il resto del carlino fb

Se non altro non possiamo che stimare il presidente della FITARCO per aver difeso le sue atlete ( QUI la lettera al direttore de “il resto del Carlino”, responsabile dell’articolo).

Aggiornamento
A seguito dei numerosi post e dell’indignazione del web, oltre alla lettera della FITARCO, l’editore Andrea Riffeser Monti ha deciso di rimuovere “con effetto immediato” Giuseppe Tassi, direttore del Qs Quotidiano Sportivo, scusandosi con le atlete.

Roberta Mori (presidente della commissione per la parità e i diritti delle persone dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna) incalza dicendo che serve “un’assunzione di responsabilità da parte dei media per estirpare del tutto le discriminazioni e le violenze di genere” e che la rimozione del direttore “è una decisione positiva non tanto perché sanziona il direttore responsabile, ma per il suo valore di precedente, educativo e deontologico” [ QUI ].

Ed eccoti (a parer mio) strumentalizzato e crocifisso il signor Tassi.

Per quanto sia rimasto indignato anch’io dall’attributo usato, ero sì per le scuse ed una presa di coscienza dell’errore commesso, ma non vedevo il motivo della “rimozione” anche perché, come lui, allora tanti altri dovrebbero esser rimossi.
Speriamo almeno che il sacrificio non sia stato vano e che contribuisca al ri-formarsi di un tipo di giornalismo più “serio”.

Informazioni su DesertoArido

Collaboratore al sito https://fuocotempesta.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in dal mondo, Italia, questo stupido ridicolo mondo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...