L’angolo “acculturato” di Ice – This Be the Verse

This Be the Verse Sia questo il verso
They fuck you up, your mum and dad.
They may not mean to, but they do.
They fill you with the faults they had
And add some extra, just for you.But they were fucked up in their turn
By fools in old-style hats and coats,
Who half the time were soppy-stern
And half at one another’s throats.Man hands on misery to man.
It deepens like a coastal shelf.
Get out as early as you can,
And don’t have any kids yourself.
Mamma e papà ti fottono.
Magari non lo fanno apposta, ma lo fanno.
Ti riempiono di tutte le colpe che hanno
e ne aggiungono qualcuna in più, giusto per te.Ma sono stati fottuti a loro volta
da imbecilli con cappello e cappotto all’antica,
che per metà del tempo facevano moine
e per l’altra metà si prendevano alla gola.L’uomo passa all’uomo la pena.
Che si fa sempre più profonda, come una piega costiera.
Togliti dai piedi, dunque, prima che puoi
e non avere bambini tuoi.

Poesia di Philip Larkin dalla raccolta High windows, Finestre alte, del 1974

L’ho sentita citata in una puntata di Criminal Minds ( nona stagione episodio due ) e devo dire che m’ha lasciato perplesso…

Inutile negare che ho cercato su google e ho visto un sacco di reazioni, molte soprattutte di genitori offesi dai versi. Personalmente ho trovato queste reazioni esagerate e che questa poesia racchiuda, seppur in versi alquanto crudi, una grande saggezza, una consapevolezza che ci manca. In fondo è vero: mentre cresciamo sviluppiamo dei caratteri distintivi dei nostri genitori, difetti spesso, ma a far la peggio sono forse le proiezioni che hanno su di noi che, in un modo o nell’altro, ci portano a crearne di nuovi.

Potete leggerla nella chiave che vi pare: a me interessa estrapolare quella “costruttiva”, ovvero “quali sono i miei difetti? quali ho ereditato? quali ho costruito da solo? ed infine…posso ‘aggiustarli’?”

Informazioni su icedefroster

Collaboratore al sito https://fuocotempesta.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in IceDefroster, Riflessioni sparse e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...