Lo sciopero che in poche ore ha mandato nel panico mezza Italia

Ieri la notizia: Sciopero di tassisti, tir e…benzinai!

Stavolta di ben 10 giorni! se già i costi sono diventati insostenibili, i dieci giorni di sciopero mandano nel panico mezza Italia, anche perché significano:

trasporti pubblici fermi

forze di polizia ferme

ambulanze ferme

e quel che è peggio…non si può andare al lavoro! come se già i tir a bloccare le autostrade non bastassero. Il guaio è che oggi come oggi non si può saltare nemmeno mezza giornata di stipendio.

In pratica bloccano il paese e vanno contro la legge che stabilisce che gli scioperi non possano durare più di 72 ore.

La rassicurazione però non tarda ad arrivare: forse saranno blocchi di 3 giorni, ma la cosa è ancora incerta in quanto date e termini sono ancora da stabilire e già si torna a parlare di un blocco di 7 giorni di fila [leggi QUI], da una parte quindi tiriamo un sospiro di sollievo al pensiero che forse non sarà infranta la legge [chiarita QUI], dall’altra si mantiene la possibilità del “disastro”.

In parole povere siamo ancora in una fase di strizzoni: si sentono i dolori, ma il peggio ha da arrivare e non si sa “quanto”.

[immagine tratta da: http://vicoequenseonline.blogspot.com/2010/10/nella-m-fino-al-collo.html%5D

 

 

 

 

La questione è anche peggiore. I benzinai, o chi per loro, sono stati furbi a dichiarare lo sciopero nel bel mezzo di quello dei tir, infatti tutti sono corsi ai ripari andando di corsa rifornirsi, fino a seccare le riserve dei distributori e permettendo ai benzinai di esagerare (o speculare, dipende dai punti di vista e da chi la racconta): non sono pochi infatti quelli che raccontano di aver visto i prezzi della benzina lievitare in maniera allucinante nel giro di due giorni (da 1,710 al litro ad oltre 1,8!!).

Informazioni su FuocoTempesta

Autore del sito https://fuocotempesta.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in dal mondo, Italia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...