Recensione: Full Metal Alchemist

Un anime interessante e, per certi versi, confuso è Full Metal Alchemist. Questa serie animata è in realtà costituita da due serie: la prima che si discosta dal fumetto nel finale e la seconda che, partendo da circa metà della prima, segue più coerentemente il fumetto.

A parer personale preferisco la prima serie: la seconda sembra più un collage di film horror (tra cui la notte dei morti viventi). Oltre alle due serie ci sono diversi OAV che però sembrano narrare alcuni episodi interni alla prima serie, mentre “Il conquistatore di Shamballa” prosegue dal finale della prima serie.

Trama:

Full Metal Alchemist è un manga fantasy ambientato circa negli anni 20, ma suppone che al posto della scienza si sia sviluppata una sorta di “arte magica” ovvero “l’alchimia”. L’alchimia permette di trasmutare una materia in una differente e viene praticata secondo la legge dello scambio equivalente (naturalmente sono dei tabù la trasmutazione dell’oro e la trasmutazione umana). Nella serie vengono presentati diversi tipi di alchimisti: gli autodidatti, quelli che invece hanno imparato l’alchimia per tradizione e gli alchimisti di stato, ovvero un gruppo speciale dell’esercito. La storia si incentra su due bambini, Ed e Al, che persa la madre infrangono il tabù cercando di riportarla in vita. La scelta si rivelerà devastante: Ed perderà due arti (che verranno sostituiti da arti robotici) ed Al perderà l’intero corpo mentre la sua anima verrà “incatenata a terra” sigillandola in un’armatura. Un terribile errore che porterà i fratelli ad un lungo e difficile viaggio, tutto allo scopo di “rimediare” restituendo all’altro ciò che ha perso.

La storia si presenta affascinante, ma in alcuni punti si rischia di “perdersi”: non è più chiaro l’obbiettivo, ovvero dove si voglia andare a parare, ma i colpi di scena non mancano e portano a vederla fino in fondo.

Badate bene: non tutti i link proposti sono coerenti nè completi, quindi cercherò di risparmiarvi la fatica della ricerca.

QUI La serie a fumetti

QUI I link della prima serie (finisce con la n° 51)

QUI I link della seconda serie (non inizia con la 52 (come trovate in alcune pagine: qui troverete le puntate mancanti))

QUI Gli OAV

Voto: 4/5

Informazioni su FuocoTempesta

Autore del sito https://fuocotempesta.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, tv e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...