Bimba morta di fame a causa della “sorellina” virtuale

Sembra assurdo, ma pare sia vero: a Seul, una madre ed un padre hanno lasciato morire di fame la loro figlia di 3 mesi. Non intenzionalmente però e, di certo, non per colpa loro: dopotutto stavano nutrendo la loro bambina virtuale.

Cioè son da capire porelli: la bambina virtuale aveva fame, doveva esser curata, vestita, lavata… quella vera invece forse sapeva già usare il vasino
C’è chi dice che i giochi online facciano male, che i tamagoci (o come si chiamano) fossero dannosi, ma è tutto falso: basta avere una giusta percezione della realtà.

La domanda è…qual è la realtà?

Allevate un bimbo virtuale, ma il vostro?

Coltivate e zappate i campi, ma sapete distinguere un pomodoro di un orto da quello del supermercato?

Estirpate erbacce online, ma le sapete riconoscere dalle vostre piantine?

Nutrite e curate animali online, ma lo fate anche nella realtà? li portate ogni tanto fuori e ci giocate un po’?

Siete un paladino della giustizia, salvate interi paesi, ma nella realtà come vi impegnate?

Potremmo continuare all’infinito, ma il problema è che quel che facciamo in rete il più delle volte non lo facciamo nella realtà, anche perché nei giochi basta salvare finché si è fatto bene e cancellare le mosse sbagliate. Fuori dagli schermi possiamo sbagliarema possiamo fare anche veramente bene.

Puoi sbagliare, ma un sorriso regalato e l’impegno messo in qualcosa sarà veramente unico, sia per te che per chi ti sta accanto, ti vede, o riceve il tuo gesto

Da qui la mia proposta: state giocando, vi alzate per mangiare qualcosa, far pipì o chissà cos’altro…disconnettete il cervello dal vostro gioco e riassumete: “nel gioco ho fatto questo questo e questo, nella realtà di tutti i giorni corrisponderebbe a fare quest’altro, quest’altro e quest’altro…l’ho fatto?
Perchè ricordate: le persone non si salvano online, i bambini non si crescono online e le mucche non si mungono online

Informazioni su FuocoTempesta

Autore del sito https://fuocotempesta.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in dal mondo, questo stupido ridicolo mondo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...