Don’t fear the Reaper – Blue Oyster Cult

 

All our times have come
Here but now they’re gone
Seasons don’t fear the reaper
Nor do the wind, the sun or the rain..we can be like they are
Come on baby…don’t fear the reaper
Baby take my hand…don’t fear the reaper
We’ll be able to fly…don’t fear the reaper
Baby I’m your man…

Valentine is done
Here but now they’re gone
Romeo and Juliet
Are together in eternity…Romeo and Juliet
40,000 men and women everyday…Like Romeo and Juliet
40,000 men and women everyday…Redefine happiness
Another 40,000 coming everyday…We can be like they are
Come on baby…don’t fear the reaper
Baby take my hand…don’t fear the reaper
We’ll be able to fly…don’t fear the reaper
Baby I’m your man…

Love of two is one
Here but now they’re gone
Came the last night of sadness
And it was clear she couldn’t go on
Then the door was open and the wind appeared
The candles blew then disappeared
The curtains flew then he appeared…saying don’t be afraid
Come on baby…and she had no fear
And she ran to him…then they started to fly
They looked backward and said goodby…she had become like they are
She had taken his hand…she had become like they are
Come on baby…don’t fear the reaper

 

Pubblicato in musica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

How i met your mother, the end?

Così, con la 9° stagione siamo arrivati alla fine. Una stagione sofferta, tutta su un unico tema, ma le ultime puntate meritano, non solo per le due frasi:

“ecco perché quando trovate qualcuno che volete avere vicino…fate qualcosa perché avvenga”

how i met you mother 9 ep 21

“alla fine possiamo solo prometterci di amarci con tutti noi stessi, perché amare è la cosa migliore che facciamo”

how i met you mother 9 ep 22

ma proprio per le puntate in sé, che in un certo senso ti lasciano così

 

Pubblicato in tv | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Asganaway – 14 Cose da non fare su Facebook

Per chi non la conoscesse, Asganaway è una trasmissione radiofonica in onda su Radio Deejay dal lunedì al venerdì, tra le 14 alle 16.00, reperibile anche su YouTube e Facebook.

Tra i molti video ironici oggi vi proponiamo questo:

14 Cose da non fare su Facebook

Pubblicato in humor | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Mera considerazione…politica

Son settimane che sento parlare di Renzi di quà e Renzi di là: tutti a dire che porterà grandi cambiamenti…

dicevano lo stesso di Berlusconi, di Letta…

La mia considerazione è semplice: finché non si frugano son tutti uguali (frugarsi nel senso di tagliare i propri stipendi, mettere soldi di tasca loro)

Per quel che mi sembra di vedere (liberi di correggermi), siamo in un paese dove tutti sono in difficoltà:
– le aziende chiudono, perché Stato e banche tagliano i finanziamenti, e quindi aumentano i disoccupati (diminuiscono le fonti di reddito, diminuisce la capacità di pagar tasse, aumentano le persone che hanno bisogno di contributi),
– aumentano le tasse, aumenta la benzina, il costo degli alimenti primari (e quindi il costo della vita e diminuisce la “convenienza” a spostarsi per lavorare),
– per poter trovare lavoro molta gente è costretta a rinunciare ai propri diritti (la richiesta è troppo alta), con un aumento degli evasori ed una diminuzione ulteriore dei contributi,
– un problema immigrati in aumento (con conseguente aumento delle spese per provvedervi),
– ecc…

Insomma, in una barca che sta affondando perché hanno aggiunto nuovi buchi, se chi governa (e le pubbliche amministrazioni) non danno il buon esempio, i malumori ed i problemi tenderanno ad aumentare

noe buchi

[ immagine da: http://blogs.periodistadigital.com ]

Ovviamente questo è il mio parere, liberi di dissentire e dire la vostra

Mi è anche stato fatto notare che alcuni svolgono un “dato” lavoro (es.: i politici) con un “dato” stipendio proprio perché, se ho ben capito, quello è il valore che è dato a quel tipo di lavoro…per carità sarà anche vero, ma non mi sembra di vederne né i frutti, né l’impegno… 

Pubblicato in DesertoArido, Italia, Riflessioni sparse | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Strisce blu? multe a rischio

Avete parcheggiato sulle strisce blu e pagato il ticket? per colpa di un imprevisto siete arrivati tardi e vi trovate una dannatissima multa sul parabrezza? ai sensi dell’art. 7 del Codice della strada se arriviamo in ritardo non possiamo essere multati per divieto di sosta, ma si deve pagare la differenza tra i due importi, ce lo comunica “il messaggero“.

Piccola nota però: il ministero non s’è ancora pronunciato e per ora si paga lo stesso. La motivazione? apparentemente la sanzione è il risultato di una “inadempienza contrattuale”, contratto stipulato appena si paga il parcheggio (QUI l’articolo completo).

Adoro la legge italiana: al solito…non ci si capisce una ceppa!

Pubblicato in Italia, questo stupido ridicolo mondo | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Pratica commerciale scorretta, ma i gestori chiedono scusa

Forse ricordate il post QUI o forse nemmeno lo conoscete, poco importa: l’importante è il succo.

La news di oggi è che i gestori telefonici WIND, VODAFONE e TIM hanno ben pensato di rincarare le tariffe, per far fronte ad introiti minori dei previsti.

Questa pratica viene definita “rimodulazione” e pare che diventerà sempre più usuale nei mesi a venire, tra l’altro Il cambio tariffa ai vecchi abbonati è di per sé lecito, in quanto previsto dall’articolo 70 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche.

Il problema? il problema è che alcune tariffe erano dichiarate come “per sempre” o “per 5 anni”, e hanno permesso alle compagnie di aumentare il loro range di utenti, motivo per cui s’era mossa l’Antitrust, che però ha già chiuso la pratica perché le compagnie hanno aumentato i servizi oltre ai costi e hanno dichiarato che la cosa non si ripeterà.

Tutto senza sanzioni (leggete QUI e QUI)

Ora io posso anche fidarmi che la cosa non si ripeterà, ma poi vado su google, digito “pratica commerciale scorretta” e compare un elenchino di eventi simili da parte delle compagnie (almeno un articolo all’anno se non sbaglio, verificate anche voi) che arriva almeno al 2008.

Domanda stupida: se è una pratica scorretta, se non è la prima che fanno e non è stata sanzionata…chi gli vieta di rifarlo?

Io mi sento un tantinello preso in giro, voi no?

Pubblicato in tecnologia | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Recensione: All is lost

Trama:

Un uomo ed il suo viaggio solitario attraverso l’Oceano Indiano, ma durante la tratta lo scafo della barca a vela viene perforato in una collisione con un container alla deriva. Privato della sua radio e dei vari strumenti, l’uomo cerca di rattoppare la falla e riprendere la navigazione, ma la natura è infida, il caso implacabile, e tutto si trasforma in una lotta per la sopravvivenza.

Semplice, silenzioso, un film di “assordanti” pensieri da interpretare, dove l’unica voce è quella della natura che si mostra implacabile. Falle, pioggia, tempesta, altre difficoltà e sfortune che vanno accumulandosi, portano l’uomo ad ingegnerasi, cercare di sopravvivere nonostante talvolta le sue speranze vengano intaccate. Lì per lì sei tu ad imprecare ed urlare al posto del protagonista, perché è un film che ti coinvolge, ma il silenzio stanca e rende il film lento. Nonostante sia stato molto apprezzato e nonostante il regista sia riuscito a rendere dinamico un film statico, per me non è stato granché.

Se non altro questo film ci ricorda sia d’esser prudenti ed esser pronti ad una catena di sfighe, sia che se s’inquinasse meno sarebbe meglio.

Voto: 2/5

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , , , , | 2 commenti